Reti in Fibra Ottica per le Aziende

Dal 2017 sono previsti diversi incentivi fiscali destinati ad imprese che investono in prodotti e servizi ad alto contenuto tecnologico e soluzioni innovative. La realizzazione di cablaggi in fibra ottica e di sistemi di trasmissione dati ultra veloci,  comporta incentivi di diverso genere. La fibra ottica, attualmente considerata la migliore tecnologia per la trasmissione dati, permette di usufruire di una serie di servizi telematici, indispensabili in ogni settore operativo o produttivo.

Fibra ottica nelle aziende, strutture alberghiere e piccole  comunità

Nell’era digitale, per l’importanza dell’utilizzo di moderne tecnologie come internet, telefonia, tv digitale, videosorveglianza, reti triple-play, etc., è fondamentale da subito investire nel modo giusto per il futuro della propria attività. 
Grazie all’abbassamento dei costi di realizzazione di una rete in fibra ottica GPON e alle innumerevoli possibilità di tecnologie adottabili, possiamo offrirvi una soluzione flessibile ed espandibile nel futuro: pensate quanti cavi occorrerebbero nella vostra struttura per utilizzare i servizi attuali e futuri. In un unico cavo ottico dal diametro di soli 5 mm, possono viaggiare milioni di informazioni per innumerevoli servizi.

Tv, Internet, controllo accessi, telefonia, moneta elettronica, videosorveglianza, sicurezza, etc,etc, tutto in una fibra ottica.

 

Fibra Ottica nei nuovi edifici

Dal 1° luglio 2015 chi vorrà costruire o ristrutturare un edificio dovrà predisporlo alla connessione ad alta velocità in fibra ottica a banda ultralarga. Lo prevede un emendamento alla legge di conversione del decreto Sblocca Italia (DL133/2014).
L’emendamento stabilisce che le nuove costruzioni e le ristrutturazioni che richiedano il permesso di costruire, dovranno essere equipaggiati di un’infrastruttura fisica multiservizio passiva interna all’edificio o condominio, costituita da adeguati spazi installativi e da impianti di comunicazione ad alta velocità in fibra ottica fino ai punti terminali di rete.

 

Nel capo VI della parte II del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, dopo l’articolo 135 é aggiunto il seguente:
“Art. 135-bis. – Norme per l’infrastrutturazione digitale degli edifici.

1. Tutti gli edifici di nuova costruzione per i quali le domande di autorizzazione edilizia sono presentate dopo il 1º luglio 2015 devono essere equipaggiati con un’infrastruttura fisica multiservizio passiva interna all’edificio, costituita da adeguati spazi installativi e da impianti di comunicazione ad alta velocità in fibra ottica fino ai punti terminali di rete. Lo stesso obbligo si applica, a decorrere dal 1º luglio 2015, in caso di opere che richiedano il rilascio di un permesso di costruire ai sensi dell’articolo 10, comma 1, lettera c). Per infrastruttura fisica multiservizio interna all’edificio si intende il complesso delle installazioni presenti all’interno degli edifici contenenti reti di accesso cablate in fibra ottica con terminazione fissa o senza fili che permettono di fornire l’accesso ai servizi a banda ultralarga e di connettere il punto di accesso dell’edificio con il punto terminale di rete.


2. Tutti gli edifici di nuova costruzione per i quali le domande di autorizzazione edilizia sono presentate dopo il 1º luglio 2015 devono essere equipaggiati di un punto di accesso. Lo stesso obbligo si applica, a decorrere dal 1º luglio 2015, in caso di opere di ristrutturazione profonda che richiedano il rilascio di un permesso di costruire ai sensi dell’articolo 10. Per punto di accesso si intende il punto fisico, situato all’interno o all’esterno dell’edificio e accessibile alle imprese autorizzate a fornire reti pubbliche di comunicazione, che consente la connessione con l’infrastruttura interna all’edificio predisposta per i servizi di accesso in fibra ottica a banda ultralarga.


3. Gli edifici equipaggiati in conformità al presente articolo possono beneficiare, ai fini della cessione, dell’affitto o della vendita dell’immobile, dell’etichetta volontaria e non vincolante di ‘edificio predisposto alla banda larga’. Tale etichetta è rilasciata da un tecnico abilitato per gli impianti di cui all’articolo 1, comma 2, lettera b), del regolamento di cui al Decreto 22 gennaio 2008, n. 37, e secondo quanto previsto dalle Guide CEI 306-2 e 64-100/1, 2 e 3″».

 

Lo “Sblocca Italia”, cita direttamente le Guide CEI 306-2, CEI 64-100/1, CEI 64-100/2 e CEI 64-100/3, come strumenti idonei per la realizzazione delle infrastrutture necessarie a garantire l’accesso alle comunicazioni elettroniche, mediante la predisposizione di spazi installativi negli edifici e l’utilizzo anche delle fibre ottiche.

 

Sempre attenti alle nuove tendenze e competenti nell'uso delle moderne tecnologie, la nostra azienda investe con proprie risorse nell'aggiornamento tecnico e nella strumentazione. 

Al fine di abbassare i costi di realizzazione, abbiamo ampliato la nostra gamma di strumenti inserendo moderne apparecchiature specifiche per la terminazione, la giuntura e la diagnostica della fibra ottica.

Il tuo modulo messaggio è stato inviato correttamente.

Hai inserito i seguenti dati:

Modulo di contatto

Correggi i dati inseriti nei seguenti campi:
Errore invio modulo. Riprova più tardi.

Nota: i campi contrassegnati con *sono obbligatori.

Avete domande?

Videolab
Via Buozzi 3/b
84025 Eboli

Tel. +39 0828 1895118+39 0828 1895118

Fax. 0828 1890118

info@videolab.tech

Preventivi gratuiti

I nostri tecnici vi forniranno le informazioni su tutti gli aspetti riguardanti la progettazione e l'applicazione delle nuove tecnologie.

Scoprite di più su Videolab.tech

Scoprite tutti i nostri servizi navigando nel nostro sito web.

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
Videolab Via Buozzi, 3/b 84025 Eboli (SA) tel. 0828 1895118

Chiama

E-mail

Come arrivare